“Il pescatore: tra bontà e delitto”

hqdefault

La canzone inizia con una musica coinvolgente, molto vivace, quasi a sottolineare il contrasto con la scena introduttiva del testo: il pescatore che è attratto dal sole del tramonto(“ultimo sole”), come a non voler perdere nemmeno un momento di quello che la bella giornata appena passata gli ha regalato e perché sicuramente affaticato dopo la levataccia della mattina e la sua vita. La partenza con una musica allegra , vuole forse evidenziare la scena che sta per avvenire, l’assassino che sta scappando. Il pescatore ha “un solco lungo il viso come una specie di sorriso”. Se ha un solco vuol dire che quella smorfia appartiene al suo modo di essere; ma solco può apparirci come un qualcosa di negativo come una cicatrice. Immaginiamo un uomo rude ma dal cuore tenero. Adesso entra in scena la significativa figura dell’assassino. Questi ha “…due occhi grandi da bambino, due occhi enormi di paura eran gli specchi di un’avventura…”. Da questa canzone possiamo notare un confronto bellissimo tra il pescatore e l’assassino . Il pescatore buono e tenero e l’assassino furbo ma con gli occhi di un bambino , pieni di avventura . Che dire canzone-poesia molto significativa e come questa anche le altre di De Andrè .

(Rosa Oliva)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...